Bitcoin raggiunge di nuovo il traguardo dei 12.000 dollari

Dopo tutta la preoccupazione e la preoccupazione che ha serpeggiato per tutto lo spazio, bitcoin ha di nuovo superato la soglia dei 12.000 dollari per la seconda volta in poche settimane.

Sono di nuovo 12.000 dollari per Bitcoin

L’ultima volta che Bitcoin ha colpito questa figura è stato a metà agosto. Purtroppo il cambio di prezzo non è durato. È salito a 12.400 dollari, ma il bitcoin non è stato in grado di mantenere lo slancio e pochi giorni dopo è ricaduto nella fascia bassa di 11.000 dollari. È relativamente impossibile prevedere cosa succederà questa volta. Il Bitcoin Trader riuscirà a mantenere la sua nuova e migliorata cifra o le cose prenderanno un’altra piega? Il numero uno al mondo della criptovaluta in base al limite di mercato subirà un altro massiccio inciampo?

A prima vista, forse le cose stanno cominciando a cambiare per la moneta. Il presidente della Fed Jerome Powell ha dichiarato che gli Stati Uniti permetteranno un aumento del tasso di inflazione nazionale. Inizialmente, questo ha fatto scendere il prezzo del bitcoin, dato che la gente ha cominciato a preoccuparsi di quali ripercussioni globali avrebbe avuto la mossa.

Gli Stati Uniti, dopo tutto, hanno ancora il dito in molteplici pentole finanziarie in tutto il mondo. Ci sono molti paesi – non solo gli Stati Uniti – che dipendono dalla stabilità del dollaro, quindi se si permette alla moneta di svalutare ancora di più di quanto non sia stato in passato, questo metterebbe potenzialmente in ginocchio il sistema monetario occidentale.

Ma mentre gli Stati Uniti stanno permettendo al tasso di inflazione annuale di salire appena sopra il due per cento – la media normale in tempi come questo – gli effetti potrebbero rivelarsi positivi per il bitcoin e altre forme di cripto nel lungo periodo. Un dollaro indebolito pone le basi per uno spazio di valuta digitale forte ed efficace. È probabile che la gente consideri il bitcoin ancora di più come un bene „rifugio sicuro“ e si rivolga ad esso – insieme a beni come l’oro – per garantire potenzialmente la propria forza monetaria e mantenere la propria ricchezza coperta e forte durante i periodi di conflitto economico.

L’inflazione potrebbe funzionare a lungo termine

Questo è il sentimento di analisti come Simon Peters della fama di e-Toro, che in una recente intervista ha commentato che un ambiente economico caratterizzato dall’inflazione e da altre circostanze difficili potrebbe potenzialmente dare a Bitcoin la possibilità di crescere al di là delle previsioni iniziali. Negli ultimi giorni, il bitcoin ha sicuramente preso il ritmo, passando dai bassi 11.000 dollari a 11.600 e 11.700 dollari, una cifra che ha raggiunto solo 24 ore fa.

L’aumento di oggi oltre la linea dei 12.000 dollari segna un’impennata di oltre 300 dollari in un solo giorno, che è certamente una buona notizia e un ottimo inizio del nuovo mese, anche se forse è un po‘ troppo presto per stappare lo champagne. La cosa intelligente da fare a questo punto potrebbe essere quella di tenere d’occhio il bitcoin e assicurarsi che sostenga questa nuova energia prima di celebrare il suo trionfale ritorno alla forma.

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.